Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, l'annuncio di Costa: "Da agosto niente mascherine all'aperto"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Importante dichiarazione da parte del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, sulle mascherine all'aperto. "Sono convinto che il mese d’agosto potrebbe essere il mese perfetto per eliminare la mascherina all’aperto. Ne sono convinto perché dobbiamo dare prospettive ai cittadini, può servire da stimolo verso la ripresa e verso la fiducia per il piano vaccinale", ha sottolineato il sottosegretario nel corso della trasmissione Restart 264 su Cusano Italia Tv.

 

 

"Il ruolo del governo - ha poi proseguito Costa - è quello di lavorare al fianco delle Regioni e nel caso affiancarle nei lavori. Il lavoro fatto da Figliuolo è stato ottimo in termini di collegamento. Davanti a un piano vaccinale occorreva garantire i diritti di ogni cittadino a prescindere dal luogo di residenza". Il sottosegretario ha poi analizzato il tema della digitalizzazione del settore sanitario: "Dovremmo avere un sistema regionale uniformemente digitalizzato, perché avere sistemi regionali che faticano a dialogare tra loro non aiuta il lavoro collettivo. Stiamo condividendo, a questo proposito, un percorso comune con le Regioni". 

 

 

Profilo più prudente invece per il virologo Pregliasco: "Da aprile tutti i parametri ci dicono che la situazione epidemiologica è in continuo miglioramento, ma non possiamo dimenticare che questo è il risultato di mesi di sacrifici, chiusure e zone rosse. A forza di riaperture ora c’è la possibilità di un colpo di coda del virus", ha commentato il ricercatore di Virologia all’Università Statale di Milano e direttore sanitario dell’Ospedale Galeazzi, in un’intervista a La Stampa. La quarta ondata "è il colpo di coda di cui siamo in attesa. Il virus rimarrà tra noi, ma con conseguenze minori grazie ai vaccini", ha aggiunto. L’immunità di gregge "senza scendere sotto i 12 anni sarà irraggiungibile, ma ci si potrà avvicinare. Non è così importante però, si tratta solo di un modello matematico. Il virus rimarrà endemico per almeno due o tre anni e ciò che conterà sarà rivaccinare le categorie a rischio per tenerle lontano dai guai", ha spiegato ancora. Sul togliere le mascherine "ci sono diverse teorie in merito, secondo me l’idea migliore è aspettare che si raggiunga il 50 per cento di vaccinati con due dosi per toglierla all’aperto. Entro luglio dovremmo farcela".