Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Resta il limite di 4 persone a tavola al ristorante anche in zone gialle e bianche", il ministero chiarisce

  • a
  • a
  • a

"Nelle attività dei servizi di ristorazione, il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi". Il limite di 4 persone per tavolo resta in vigore, sia in zona gialla che in zona bianca. Lo ha chiarito il ministero della Salute, rifacendosi al Dpcm dello scorso 2 marzo, richiamato dal decreto legge 22 aprile e nella premessa delle "Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali" del 28 maggio.

 

 

 

Oggi hanno riaperto per il servizio al bancone e al tavolo al chiuso circa 360 mila bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi lungo tutta la Penisola con l’offerta di posti a sedere che è più che triplicata per accogliere residenti e turisti in arrivo per l’estate. È quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sugli effetti delle riaperture dal primo giugno. Ad avvantaggiarsi - continua la Coldiretti - sono soprattutto gli esercizi situati nei centri urbani stretti tra traffico ed asfalto che potranno aumentare notevolmente i coperti e quindi gli incassi anche se rimane ancora per qualche settimana il limite del coprifuoco, fatta eccezione per le zone bianche.

 

 

Una boccata di ossigeno per la filiera della ristorazione che - sottolinea la Coldiretti - è stata la più colpita dalle misure adottate per combattere la pandemia con una perdita tra limitazioni e chiusure a singhiozzo stimata in 41 miliardi nell’anno del Covid. 

Frattanto sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, posta una sua foto intento, come scrive lui stesso, a bere un caffè al bancone di un bar. 

"Che gioia poter gustare nuovamente un buon caffè, direttamente al bancone da Angelo. Da oggi ristoranti e bar possono ospitare i clienti anche all’interno, sia a pranzo che a cena. I dati della Lombardia confermano la discesa dei contagi. La fascia bianca si avvicina e finalmente potremo anticipare anche l’abolizione del coprifuoco".