Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riaperture, da oggi 1 giugno torna il caffè al banco. Ristoranti aperti anche al chiuso

  • a
  • a
  • a

Da oggi, martedì 1 giugno, torna la possibilità di mangiare nei locali pubblici al chiuso e quella di prendere il caffè al banco. Il coprifuoco resta fino alle 23 fino al 7 giugno, quando si dovrà rientrare a casa entro la mezzanotte (l’abolizione è prevista il 21). Molto più di un dettaglio che per molti esercenti potrebbe salvare la stagione e dare la spinta necessaria alla ripartenza.

 

 

Non devono venire meno il distanziamento, l’uso della mascherina (per ora anche all’aperto) e il rispetto dei protocolli di sicurezza nelle varie attività.  I gestori dei locali dovranno comunque osservare alcune regole: stabilire il numero di presenze possibili a seconda della metratura del locale (tra interno e dehors), conservare l’elenco delle prenotazioni per una settimana e fornire menù plastificati. Cade l’obbligo di non stare al tavolo più di quattro persone, che possono stare senza mascherina finché non si alzano, ma i tavoli devono restare a un metro di distanza l’uno dall’altro. Torna anche il buffet ma solo se servito dal personale del locale. Intanto, nel primo giorno di zona bianca in Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise secondo la Coldiretti sono tornati al caffè al banco e a mangiare al coperto circa 3,1 milioni di italiani: numeri destinati a crescere quando, dal 7 giugno, passerrano in bianco Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria e poi il 14 giugno Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Trento.

 

 

Contagi in calo, decessi in aumento rispetto a ieri ma senza raggiungere i picchi dei mesi scorsi e un conseguente aumento del tasso di incidenza, dovuto più alla diminuzione dei tamponi processati. I dati del ministero della Salute certificano una discesa nella curva della pandemia: complice la campagna vaccinale e l’arrivo della bella stagione un po' ovunque, i casi si mantengono sotto i 2mila con 1.820 nuove infezioni per un totale di 4.217.821. In salita invece i decessi: 82 quelli comunicati oggi contro i 44 di ieri e un totale di 126.128 vittime da inizio pandemia. Complice il calo dei tamponi processati come spesso avviene nel fine settimana, aumenta l’incidenza dei positivi su test, passata al 2,1% di oggi contro l’1,8% di ieri. Continua invece il calo delle ospedalizzazioni per Covid in Italia: -28 le terapie intensive in 24 ore per un totale di 1.033 con 38 nuovi ingressi, -109 i ricoveri con sintomi e 6.482 nel complesso.