Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carla Fracci, funerali su Rai1. La dedica di Milano: "Tram bianco col suo nome"

  • a
  • a
  • a

E' il giorno dell'addio a Carla Fracci. Funerali che gli italiani potranno vedere in tv su Rai1 oggi, sabato 29 maggio 2021. Cambia infatti la programmazione della rete ammiraglia Rai per proporre al pubblico, in diretta, l'ultimo saluto. Oggi quindi, a partire dalle 14.45, da Milano, il Tg1 con la conduzione di Stefania Battistini ed Elena Fusai, racconterà le esequie della diva della danza mondiale. Grande impressione ha destato la morte di Carla Fracci. Questa mattina il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha annunciato il ricordo tangibile di Milano.

 

 

"Ciao Carla, oggi pomeriggio tutta Milano ti saluterà. Ho chiesto ad Atm di dedicarti un tram della linea 1, quella che passa davanti alla Scala; sarà un tram tutto bianco, con il tuo nome scritto in modo discreto. Penso sia un modo molto milanese di ricordarti, sobrio e che ribadisce i nostri valori e le nostre qualità. Valori e qualità che tu, orgogliosa figlia di un tranviere, hai portato nel mondo. Grazie a nome di tutte le milanesi e di tutti i milanesi", ha scritto il sindaco di Milano Giuseppe Sala su Instagram a proposito della morte di Carla  Fracci, di cui oggi verranno celebrati i funerali.

 

Non solo Rai1, non solo la tv manderà in onda i finerali, come anticipato. Un ricordo di Carla Fracci, icona della danza nel mondo. “Prima Fila – Tutto quanto fa cultura e spettacolo” settimanale di Radio1, oggi sabato 29 maggio alle 12.30 con Marcella Sullo, renderà omaggio alla grande danzatrice recentemente scomparsa, mito del balletto e ambasciatrice della danza italiana nel mondo. Il ricordo dell’artista anche attraverso le sue parole, con Antonella Chini. Poi il ritorno di Moby, pseudonimo di Richard Melville Hall. L’artista 20 milioni di dischi venduti, un suono che è stato la colonna sonora degli anni '90,ora torna con un album, un'autobiografia, un documentario sulla sua vita. Di questo e di musica, parlerà nell'intervista a Miriam Mauti. Con la presenza del pubblico, si animano di nuovo i teatri e le sale da concerto, e  c'è grande fermento per una stagione estiva di musica classica e di Opera molto simile a quelle del passato, prima delle chiusure per il Covid. Il racconto di Bruno Ruffolo.