Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bollettino, altri 5.753 nuovi casi. 93 morti: dato mai così basso da 7 mesi

  • a
  • a
  • a

Sono 5.753 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto a ieri quando erano stati 6.659, per un totale di 4.159.122 dall’inizio dell’epidemia. Sono 93 i decessi, in flessione rispetto ai 136 di ieri.

 

 

Quello di oggi, domenica 16 maggio 2021, sulla mortalità è il dato più basso dallo scorso ottobre. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus nel nostro Paese. Quanto ai tamponi effettuati, oggi sono 202.573 rispetto ai 294.686 di ieri, con un rapporto tamponi-positivi al 2,8 per cento. Il numero degli attualmente positivi è di 328.882, in diminuzione di 3.948 unità rispetto a ieri. I dimessi/guariti sono 9.603, per un totale di 3.706.084 dall’inizio dell’epidemia. Sono 1.779 le persone ricoverate in terapia intensiva, 26 in meno rispetto a ieri. Sono 12.134 le persone ricoverate nei reparti ordinari, 359 in meno rispetto a ieri. A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di contagi sono Campania (919), Lombardia (796), Lazio (577) e Toscana (506). 

Come anticipato, i morti sono stati 93 (il dato più basso da sette mesi) per un totale, da inizio pandemia, che arriva a 124.156. Guarite 9.603 persone.  Il 20 ottobre furono, infatti, 89 mentre il giorno dopo se ne registrarono 127. 

 

 

Frattanto continua la campagna di vaccinazione. Sono 27.011.116 le dosi di vaccino contro il Covid-19 somministrate in Italia. Il dato è di questa mattina. Le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose sono 8.245.906. È quanto si legge nel report, sul sito del governo, sulla campagna vaccinale. Ad essere vaccinati sono stati 15.157.560 donne e 11.853.556 uomini. Sono 6.786.682 le somministrazioni che hanno riguardato gli over 80, 4.151.040 quelle che hanno interessato le persone nella fascia di età 70-79 anni. Ammontano a 682.846 le dosi somministrate agli ospiti delle Residenze sanitarie assistenziali (Rsa), a 3.374.086 e a 1.359.324 quelle somministrate rispettivamente al personale sanitario ed a quello scolastico. Nel report si legge che il numero di dosi inoculate è pari all’89,7 per cento del totale di quelle consegnate, che sono fino a questo momento 30.101.660.