Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Figliuolo: "A giugno vaccini in azienda e a tutte le età"

  • a
  • a
  • a

Vaccini anche in azienda e disponibili per tutte le età. Questo l'obiettivo del commissario straordinario per l'emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, oggi a Marghera, in Veneto.

 

Nel corso della visita al Pala Expo, ha dichiarato: "Se gli arrivi di vaccini a giugno saranno coerenti con le mie stime, e quindi saranno dai 20 milioni in su, appena messi al sicuro gli over 80, i fragili e gli over 65 daremo il via libera ad una vaccinazione parallela e multipla. In parallelo: ovvero aperta a tutte le classi e multipla ovvero aprendo nuovi hub vaccinali come nelle aziende". "Qui in Veneto ci sono 70 punti vaccinali e le aziende ne potrebbero fornire altri 65 mentre a livello nazionale si potrebbe arrivare ad altri mille punti vaccinali, così a breve le classi produttive potranno entrare a pieno ritmo e intercettare la ripresa economica", ha spiegato. Poi, nel corso della visita, ha aggiunto: "Siamo a una media di oltre 450mila dosi giorno, con punte di oltre 500mila al giorno tra giovedì e venerdì. Auspico che oggi saranno 500mila. Tutti i vaccini possono salvare la vita. Fra domani e dopodomani arriveranno 400mila dosi AstraZeneca e 170mila Johnson&Johnson", ha spiegato.

 

Il commissario sarà ospite anche questa sera di Paolo Del Debbio a "Dritto e rovescio" su rete 4 proprio per fare il punto sull'andamento della campagna vaccinale, che ad oggi registra la somministrazione almeno della prima dose a quasi 26 milioni di persone in Italia. Giugno, quindi, dovrebbe essere il mese decisivo, ma va ricordato che gli obiettivi finora prefissati sono stati raggiunti solo in parte, basti pensare che la soglia delle 500 mila somministrazioni al giorno era stata inizialmente prevista per il 30 aprile e che, anche oggi, fatica ad essere raggiunta, con sensibili differenze tra regione e regione.