Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

San Marino, via al turismo vaccinale: "50 euro per doppia dose di Sputnik"

  • a
  • a
  • a

Ci siamo. San Marino è pronto a partire con quello che il governo, che ha approvato un apposito regolamento, definisce "turismo vaccinale": 50 euro per la doppia dose, a partire da lunedì 17 maggio con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno sul Titano che dovrà essere di almeno tre notti per due volte in 21 giorni. Il turismo vaccinale è aperto a tutti, tranne che agli italiani perché con Roma ancora non c'è un accordo specifico. Il pacchetto, vaccino più hotel. prevede l'iniezione del vaccino russo Sputnik, non riconosciuto dall'Ema.

 

 

La campagna di turismo vaccinale lanciata da San Marino avrà - come premesso - un regolamento molto chiaro e sarà condotta con il preparato russo Sputnik V dopo un monitoraggio dell’Istituto di sicurezza sociale.

Ad affermarlo è il segretario di Stato per il Turismo, Federico Pedini Amati, nel corso di una conferenza stampa. La campagna partirà con il vaccino russo Sputnik V "grazie alla fornitura importante" ricevuta, "non è stata registrata alcuna ricaduta, quindi abbiamo pensato di partire con la campagna di turismo vaccinale"; ha spiegato Pedini Amati.

 

 

In merito agli italiani iscritti all’Aire, la campagna sanmarinese sarà legata "al concetto di residenza", per cui soggiornando per un determinato periodi di giorni nella Repubblica del Titano si potrà ricevere il vaccino anche con la cittadinanza italiana, come ha rilevato il segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari. In merito al Green Pass europeo, Beccari ha detto che è stata avviata un’interlocuzione con l’Unione europea (con Andorra, Montecarlo e Vaticano) "per poter essere inseriti nel circuito dei certificati vaccinali".

L’uso del vaccino russo Sputnik V a San Marino ha dimostrato che la sua efficacia è prossima al 100 per cento, superando i risultati degli studi scientifici pubblicati, ha affermato il segretario di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale, Roberto Ciavatta