Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, "pass convincerà i no vax". Infettivologo Bassetti all'attacco anche su privacy: "Assurdo"

  • a
  • a
  • a

Ogni giorno viene interrogato sul funzionamento, o meno, delle armi per fermare il Covid nel nostro Paese e sulle misure per ritornare, in maniera graduale alla normalità. Stavolta, Matteo Bassetti, volto noto in tv e uno dei massimi esperti, parla ad Adnkronos Salute. Il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria,si sofferma sul pass vaccinale di cui analizza aspetti di carattere positivo. Fra questi anche quello di convincere gli antivaccinisti a farlo. Ma andiamo per 0rdine nelle argomentazioni di Bassetti all'agenzia di stampa.

 

 

 "Nel momento in cui la vaccinazione sarà offerta a tutti, oggi ancora non è così ma ci arriveremo, chi avrà detto di ’no' non avrà accesso ad alcune attività permesse con il pass vaccinale. Così chi oggi è scettico sulle vaccinazioni sarà incentivato perché vedrà che non potrà muoversi liberamente o fare determinate cose. Sono convinto che il pass vaccinale convincerà anche chi oggi è contro il vaccino anti-Covid, sentenzia Matteo Bassetti senza mezzi termini.

 

 

 Il direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova e componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria, afferma poi che "il via libera al pass vaccinale è una delle cose di buon senso che avevamo auspicato e che si sta facendo in tutto il mondo". Ed è "un altro passo verso la liberà dopo tanti mesi di sacrifici". L’infettivologo si toglie una sassolino dalla scarpa: "Bisognerebbe che tutti fossimo favorevoli a questo pass, mi fa ridere chi agita la legge sulla privacy - rimarca - Dov’era il Garante della privacy quando si mettevano sui giornali o in tv i nomi delle persone, famose o meno, positive al Covid? Ora trincerarsi dietro la privacy per frenare il pass vaccinale è assurdo".