Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Burioni contro i no-vax invoca la politica: "Dovrà occuparsene, rischio immunità di gregge"

  • a
  • a
  • a

Un allarme, un invito, un appello. Come chianarlo? Fate voi. Di certo il Tweet di uno dei massimi esperti di Covid fa discutere a qualche minuto dalla sua pubblicazione sul social. Il virologo Roberto Burioni, docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, mette infatti in guardia dal pericolo rappresentato dai no vax per il raggiungimento dell'immunità di gregge."Al momento" le persone che rifiutano il vaccino anti-Covid "non costituiscono un problema: dobbiamo vaccinare tutti gli entusiasti.

 

 

Ma gli antivaccinisti potrebbero impedirci di raggiungere l’immunità di gregge obbligandoci a convivere con il virus", quindi "a un certo punto la politica dovrà occuparsi di loro e della salute pubblica", afferma Burioni dal proprio (seguitissimo) account social personale. Il direttore scientifico Medical Facts, apre si  fatto con questo tweet un fronte che non mancherà di scatenare (come già successo su Twitter) una bufera, con gli antivaccinisti che si sentono il dito puntato addosso nel piano della campagna vaccinale con maggio che è il mese cruciale per accelerare il passo degli immunizzati e, soprattutto, per ampliare i cittadini vaccinati con la prima dose. Roberto Burioni, sempre su Twitter, aveva spiegato nella giornata ieri, il suo punto di vista su un altro tema a lui caro, quello dei vaccini per i più giovani.

 

 

 "Non mettiamo fretta alle autorità regolatorie, ma se arrivasse l’approvazione sarebbe fondamentale per riaprire a settembre le scuole in sicurezza", aveva scritto su . il virologo commentando la valutazione dell’Ema all’uso del vaccino Pfizer per la fascia d’età 12-15 anni.Nei giorni scorsi, segnatamente il 30 aprile, Roberto Burioni con camice, mascherina e guanti d’ordinanza, era sceso in campo in veste di vaccinatore nell’hub di Novegro. A mostrarlo orgogliosamente sempre su Twitter, era stato lui stesso, condividendo il suo stato d’animo con un paio di foto. Ad accompagnare lo scatto mentre inocula una dose di vaccino anti-Covid un solo commento secco, ma eloquente: "Tiè". "Voi non potete immaginare - aveva scritto Burioni a commento di una foto che lo vede sorridente con la siringa in mano - che piacere fisico si prova a tagliare l’erba sotto i piedi di questo maledetto virus!". E ora un'altra battaglia fresca di giornata per l'esperto sempre più social.