Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, tra Italia e Croazia ancora scosse oltre magnitudo tre

  • a
  • a
  • a

Nuove scosse di terremoto con epicentro nel Mare Adriatico. I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, hanno registrato due scosse di intensità media nelle prime ore della mattinata di oggi, 5 maggio, sempre tra la costa italiana e quella croata, con epicentro più verso l'isola di Vis. Il primo evento di magnitudo 3.4 si è verificato alle 6.13. Epicentro a una profondità di 9 chilometri e come già detto verso le isole della Croazia. La stessa cosa è accaduta due ore più tardi, esattamente alle 8.15. In questo caso magnitudo 3.2. In alcune aree del territorio croato i due terremoti sono stati avvertiti, per fortuna in maniera leggera. Sono diversi giorni che scosse di media intensità si verificano con epicentro nella fascia di mare tra l'Italia e il territorio della ex Jugoslavia.

Durante la notte, invece, una scossa molto più lieve è stata segnalata dai sismografi dell'Ingv tra Italia, Austria e Slovenia, 57 minuti dopo la mezzanotte. Epicentro a pochi chilometri da Villach, vicino Tarvisio. In questo caso magnitudo di appena 2.2. Poco più di un paio d'ore prima, alle 22.16, scossa leggermente più forte, di magnitudo 2.4 sulla Costa Garganica. Epicentro leggermente in mare, proprio davanti al Lago di Lesina. Dunque ancora fenomeni lungo tutta la fascia est. 

Intanto lo scorso 28 aprile, in occasione della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, l'Ingv ha dato avvio alla campagna 2021 per la promozione proprio della sicurezza sull'occupazione. L'obiettivo dell'iniziativa, istituita nel 2003 dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro, è focalizzare l'attenzione sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. La campagna è rivolta a tutto il personale dipendente dell'Ente con tre seminari informativi svolti in videoconferenza, in ottemperanza alle disposizioni per il contenimento della diffusione del Covid. Il primo appuntamento è stato consumato il 28 aprile, gli altri due il 6 e il 12 maggio.