Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

De Luca, attacco a Figliuolo: "Sui vaccini gestione da delinquente, fa mercato nero"

  • a
  • a
  • a

Vincenzo De Luca, pur senza fare il nome, ha attaccato ancora una volta il commissario all'emergenza da Covid in Italia, il generale Francesco Paolo Figliuolo: "Siamo di fronte a una gestione delinquenziale dei vaccini, noi andiamo avanti nonostante la delinquenza politica di cui è espressione il commissariato che gestisce i vaccini nel nostro Paese sulla base della linea del mercato nero", ha spiegato il presidente della Regione Campania, lunedì 3 maggio intervenuto alla stazione di Porta Nolana per l’inaugurazione dell’hub vaccinale dedicato ai lavoratori del comparto del trasporto pubblico. "Ancora oggi - ha aggiunto De Luca - in proporzione alla popolazione campana abbiamo ricevuto 200mila vaccini in meno, quindi 200mila cittadini campani sono privati del vaccino. Ma loro fanno finta di non vedere né sentire, è delinquenza politica. Noi andiamo avanti, ovviamente avessimo 200mila vaccini in più, come sarebbe doveroso in base alla popolazione campana, avremmo già fatto dieci passi avanti. Ma arriveremo comunque al risultato, con un po' di ritardo in più perché i vaccini non possiamo inventarceli".

 

 

Sulle vaccinazioni degli addetti al settore del trasporto pubblico, De Luca si è espresso in questa maniera: "Si è partiti dai dipendenti di Eav ultracinquantenni, per poi aprire, seguendo le fasce di età, ai dipendenti di tutto il comparto. L’obiettivo è vaccinare tutti gli addetti, compreso tassisti, Ncc e aziende di cabotaggio marittimo. E' una decisione indispensabile - ha affermato - per garantire maggiore sicurezza, soprattutto dopo il ritorno in presenza nelle scuole".

 

 

Quindi De Luca ha parlato pure delle vaccinazioni nelle isole campane: "Ormai abbiamo immunizzato Procida - ha spiegato - in settimana completiamo Capri, che sarà un altro momento di grande promozione del turismo campano e italiano, e la settimana successiva Ischia. Poi proseguiremo con le costiere, sorrentina e amalfitana, il litorale Domizio, i Campi Flegrei. Faremo quello che abbiamo deciso di fare, cioè dare la priorità al comparto turistico-alberghiero per evitare di perdere milioni di turisti nella stagione estiva".