Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, "Un milione al giorno si può". Sileri detta i tempi in tv e su Astrazenaca rivela

  • a
  • a
  • a

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, è stato ospite a Domenica In oggi domenica 2 maggio. "Abbiamo raggiunto le 500 mila somministrazioni di vaccino al giorno in Italia. Le previsioni sono andate a buon fine. Questo numero va mantenuto e anche incrementato con l’arrivo di nuove dosi. Solo a maggio sono previste 15 milioni di dosi. Un milione al giorno? Ci si può arrivare, se arrivano altri vaccini, se arriviamo ad altre 30 milioni di dosi consegnate". ha detto Pierpaolo Sileri in studio da Mara Venier.

 

 

 

 Sulla questione Astrazeneca, Sileri è stato categorico. "La disomogeneità tra le regioni italiane sulle somministrazioni dei vaccini si stanno limando. Crescono le dosi, crescono le somministrazioni. Le polemiche su Astrazeneca e Johnson e Johnson hanno portato a una sorta di diffidenza in alcune aree del paese. Non è solo un caso singolo. Nei giorni scorsi, a Milano, una signora non voleva il vaccino Astrazeneca, ci ho parlato e poi l’ho convinta", ha raccontato ancora Sileri ai telespettatori della rete ammiraglia Rai del programma pomeridiano della domenica.  Sileri è stato il primo ospite della trasmissione di Mara Venier insieme a un esperto del calibro di Luca Richeldi.

 

 

 

"Che estate ci potrebbe aspettare? C’è bisogno di responsabilità ragionata da parte di tutti. Ormai i rischi li conosciamo, le misure di sicurezza funzionano. Mascherine, evitare affollamenti nei luoghi chiusi, igiene. Non sappiamo per quanto tempo ancora dovremo usare queste misure, sicuro fino alla prossima estate",  ha affermato il Prof. Luca Richeldi, membro Comitato tecnico scientifico, ospite a Domenica In, nel corso del programma su Raiuno. "Gli errori commessi la scorsa estate - ha aggiunto - non li ripeteremo. Con i vaccini siamo fiduciosi, se usiamo la testa i rischi sono ridotti. Ma se riapriamo senza misure i rischi aumentano". Ottimismo ma anche massima attenzione.