Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Rt in rialzo a 0,85: ma l'incidenza scende a 146 casi su 100.000 abitanti

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Lievissimo aumento per l’indice Rt in Italia, a 0,85 mentre la scorsa settimana era 0,81. Questo quanto appreso dall’Adnkronos Salute dalla riunione della Cabina di regia Iss-ministero della Salute. L’incidenza scende invece a 146 casi su 100mila abitanti, la scorsa settimana era 157 su 100mila abitanti. Probabile che questi dati siano dovuti anche all'aumento del ritmo relativo alla campagna di vaccinazione. "Giovedì 29 aprile in Italia sono state somministrate oltre 500mila dosi di vaccino. Grazie alle donne e agli uomini del Servizio Sanitario Nazionale e a tutte le istituzioni per il gran lavoro di squadra. Il vaccino è la vera strada per uscire da questi mesi così difficili", ha scritto su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza.

 

 

A rimarcare il fatto è stato anche il leader di Italia Viva, Matteo Renzi: "Mezzo milione di vaccini. C’è la svolta, ci siamo. Grazie al Generale Figliuolo, alla protezione civile di Curcio, al governo Draghi. Vaccini, riaperture, ritorno della fiducia, ripartenza. Forza, l’Italia è viva", ha scritto pure lui sulla sua pagina facebook.

 

 

A fargli eco, sempre per Italia Viva, la deputata Giusy Occhionero: "L’Italia ha raggiunto l’obiettivo prefissato delle 500mila dosi giornaliere di vaccino somministrate: grazie al Governo Draghi, al lavoro del commissario straordinario Figliuolo e della Protezione civile guidata da Curcio è arrivata la svolta nella campagna vaccinale. Dopo i ritardi e le incertezze accumulati nei primi mesi dell’anno dal precedente governo, ora arrivano i risultati dell’aver affidato l’organizzazione e la logistica delle somministrazioni al coordinamento dell’Esercito, come Italia Viva e Matteo Renzi avevano chiesto fin da subito", ha sottolineato. "La tabella di marcia indicata dal generale Figliuolo - ha aggiunto Occhionero - è stata rispettata, entro fine aprile è arrivato il raggiungimento del target del mezzo milione di somministrazioni. Ora è importante mantenere questo passo e, appena l’arrivo delle dosi lo consentirà come ad esempio è previsto a giugno, aumentare ancora".