Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, l'annuncio di De Luca: "Capri, Ischia e Procida immunizzate entro tre settimane"

  • a
  • a
  • a

Vincenzo De Luca annuncia importanti novità sul fronte delle vaccinazioni nella Regione Campania. "Credo che fra due o tre settimane avremo immunizzato tutti i cittadini di Ischia, Capri e Procida e tutti i dipendenti delle strutture alberghiere - ha affermato il presidente -. A quel punto cercheremo di estendere l’intervento al litorale domizio, alla Costiera amalfitana e cilentana perché c’è un comparto economico, quello turistico alberghiero, per il quale se non si prendono decisioni per il mese di maggio avremo un disastro. Chi va a prenotare si sta già orientando verso le Baleari, la Spagna, la Grecia, la Croazia, e rischiamo di avere un danno ulteriore. Quindi andremo avanti e, appena avremo completato l’immunizzazione sulle isole, ci permetteremo di fare anche una campagna di promozione turistica internazionale perché Capri Ischia sono marchi di valore internazionale e possono richiamare turismo sul territorio della regione".

 

 

De Luca ha poi parlato del pass vaccinale, con la tessera realizzata ad hoc: "La card di avvenuta vaccinazione della Campania? E' quella di cui in Italia e in Europa parlano, e che a Napoli è già stata realizzata", ha annunciato il presidente della Regione, il quale ha quindi aggiunto che per la prossima settimana ci sarà "la distribuzione di 250mila tessere che certificheranno l’avvenuta vaccinazione con due dosi. Chi sarà in possesso di questa card potrà circolare liberamente e andare nei ristoranti, nei cinema, nei teatri anche al di là delle quote stabilite - ha spiegato -. Mi pare una cosa francamente molto importante e mi pare una bella ulteriore prova di efficienza in una regione all’avanguardia in Italia per la lotta al Covid".

 

 

Una novità peraltro già annunciata durante la partecipazione dello stesso De Luca, domenica 25 aprile, nella trasmissione di Fabio Fazio su Rai3, Che tempo che fa, dove ha anche incalzato il governo: "Cosa aspetta a chiedere all'Aifa la distribuzione di tutti i vaccini sul mercato?", ha domandato.