Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino Johnson&Johnson, prime 2.500 dosi tra Arezzo, Siena e Grosseto. Domenica la somministrazione

  • a
  • a
  • a

Anche nella Asl Toscana sud est, che si occupa dei servizi sanitari delle province di Arezzo, Siena e Grosseto, è arrivata la prima fornitura di vaccino anti Covid della Johnson & Johnson. Le prime 2.500 dosi sono state consegnate dai militari all'ospedale Misericordia di Grosseto e poi distribuite nelle altre due province. Complessivamente 1.000 ad Arezzo, 750 a Grosseto, 750 a Siena. In un comunicato ufficiale la Asl spiega che "come da indicazioni dell'Aifa, il siero è raccomandato per gli ultrasessantenni, nella sud est si partirà con le persone in fascia di età 70-79 anni, sulla base della programmazione vaccinale già in corso. La caratteristica che distingue Johnson & Jonhson dagli altri è la possibilità di concludere l'iter vaccinale con una sola iniezione. Questo significa una contrazione dei tempi della campagna vaccinale a beneficio di un numero molto superiore di persone che raggiungeranno prima l'immunizzazione".

 

Così come AstraZeneca, il farmaco statunitense si basa sul sistema del Dna non replicante che determina la produzione della glicoproteina Spike Sars-CoV-2, che a sua volta stimola il sistema immunitario a produrre anticorpi. Per ogni fiala di vaccino è prevista la somministrazione di 5 dosi. Inoltre, una volta rimosso dal congelatore, si conserva a una temperatura di 2°-8° per tre mesi. Per quanto riguarda gli effetti collaterali sono risultati generalmente lievi o moderati e risolvibili entro un paio di giorni dalla vaccinazione.

 

 

I più comuni: dolore al sito di iniezione, mal di testa, stanchezza, dolori muscolari e nausea. “L'arrivo del Johnson & Johnson ci consente un ulteriore passo in avanti nella campagna vaccinale, dando sempre più concretezza alla fase della vaccinazione diffusa – commenta il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D'Urso - In questi giorni si sta concludendo la copertura degli over80 e stiamo procedendo in maniera proattiva e sistematica nella vaccinazione delle persone estremamente fragili, secondo le priorità dettate a livello nazionale e regionale e in base alla quantità di dosi a disposizione”.

 

 

La campagna nel weekend tra sabato 24 aprile e domenica 25, prevede 3.138 vaccinazioni, escluse quelle ospedaliere: 1264 ad Arezzo, 882 a Siena e 992 a Grosseto. Per quanto riguarda la vaccinazione Johnson & Johnson è prevista solo nella giornata di domenica 25 aprile ed è riservata alle persone tra 70 e79 anni che si sono prenotate attraverso il portale regionale.  

 

 

Questi i centri coinvolti: Arezzo, Centro Affari 800 dosi; Cortona, Palestra Scuola Berrettini 100; Loro Ciuffenna, Auditorium 100; Siena, Palasport Mensana 750; Grosseto, Caserma Savoia 750. Contemporaneamente prosegue la campagna vaccinale per gli estremamente fragili con vaccino Pfizer, nei giorni 24 e 25 aprile altre 638 persone chiamate: 264 ad Arezzo, 132 a Siena, 242 a Grosseto.