Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Burioni smentisce Richeldi: "I vaccinati possono abbracciarsi senza mascherina"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Burioni smentisce Richeldi sulla questione dei vaccinati senza mascherina. "Anche l’Ecdc, (il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, ndr) finalmente ci dice che tra vaccinati possiamo stare senza mascherina e abbracciarci", ha scritto il virologo su twitter, docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

 

 

"Io e Zangrillo l’avevamo capito con un certo anticipo e ci hanno pure criticato", ha aggiunto il virologo ripostando una foto senza mascherina con il collega del San Raffaele. Poi Burioni ha proseguito, illustrando altre indicazioni dell'Ecdc: "Quando un individuo non vaccinato o individui non vaccinati della stessa famiglia o bolla sociale incontrano individui vaccinati, il distanziamento e le maschere possono essere meno rigorosi se non ci sono fattori di rischio in chiunque sia presente", ha affermato sempre su twitter.

 

 

Nella mattinata di venerdì 23 aprile, invece, il professor Luca Richeldi durante la puntata di Agorà, si era mostrato di tutt'altro avviso. "Mascherine inutili tra i vaccinati contro Covid 19? No, mi sembra proprio che non sia una buona idea, perché sappiamo che comunque tra le persone vaccinate il tasso trasmissione del Covid pandemico si riduce in maniera assolutamente molto sostanziale, ma non va a zero", ha chiarito l'esperto, direttore di Pneumologia al Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma. Giovedì 22 Burioni aveva invece parlato del vaccino Johnson & Johnson. "Funziona benissimo con la più pericolosa delle varianti (chi parla di nigeriana, lodigiana, varesina, romanista lasciatelo perdere) e in Sudafrica giustamente ricominciano a usarlo. Vacciniamo che ne usciamo fuori", aveva postato sempre su twitter, minacciato nei giorni scorsi, così come il Ministro Speranza. "Non li denuncio ma li svergogno. Queste sono gravi minacce, a me e al ministro", le sue parole sempre sui social, dove appunto aveva pubblicato una serie di messaggi intimidatori contro di lui e contro il ministro della Salute.