Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Grillo, Toninelli in tv: "Solidarietà a Beppe, disprezzo per ex garantisti. Uno schifo"

  • a
  • a
  • a

Il senatore del Movimento 5 Stelle Danilo Toninelli, è intervenuto mercoledì 21 aprile, intervistato da ’Zona Bianca' su Retequattro, programma di prima serata. Ha parlato della vicenda di Beppe Grillo in maniera molto diretta.

 

 

"Esprimo totale solidarietà a Beppe Grillo, come padre, per la sofferenza che sta subendo e totale disprezzo nei confronti di quelli che fino a ieri erano i garantisti, anche quando beccavano un politico con la mazzetta in mano. Sia politici che organi di informazione", ha detto Toninelli. Dopo avere espresso vicinanza alla ragazza che accusa Ciro Grillo di stupro, Toninelli ha attaccato Giulia Bongiorno, l’avvocato che la difende: "Ma trovate normale che a parlare per conto della famiglia della vittima, dell’eventuale vittima, di quella ragazza, sia un politico? Lo stesso politico che difende Salvini nei casi delle Ong, Gregoretti, Open Arms… Cioè, a parlare per la famiglia della presunta vittima è una senatrice della Lega, che prende probabilmente gratuitamente, per strumentalizzare politicamente una roba del genere. A me fa schifo questa roba qua! Per me è semplicemente assurdo che un politico si faccia difensore di una situazione giudiziaria ed evidentemente politicizzi la cosa". 

 

 

Oggi sul tema del video di Beppe Grillo si sono espressi diversi esponenti politici. A far rumore è stata la posizione di Matteo Renzi. "Se io fossi un uomo del Pd o a maggior ragione una donna del Pd, dopo quello che abbiamo visto questa settimana, metterei non una croce ma un crocione su ogni rapporto con Beppe Grillo....". Renzi torna a criticare il video di Beppe  Grillo a difesa del figlio Ciro. "Questo video dovrebbe far riflettere anche il Pd". Da qui l’invito del leader dell’Iv a tutti gli esponenti Dem di mettere una croce su ogni tipo di rapporto con il ’Garante' del Movimento cinque stelle.