Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, record in Italia: venerdì 16 aprile somministrate 347.279 dosi

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Vaccini, record in Italia: nella giornata di venerdì 16 aprile sono state somministrate 347.279 dosi. È quanto si apprende da fonti della struttura commissariale del generale Francesco Paolo Figliuolo. Una crescita constante che sta registrando ogni giorno nuovi, importanti progressi e si accompagna al moltiplicarsi dei punti di somministrazione in tutto il Paese.

 

E' ancora lontano, tuttavia l'obiettivo inizialmente definito dal governo del premier Mario Draghi, che puntata a raggiungere le 500 mila somministrazioni al giorno già per metà aprile, termine poi spostato a fine mese. Un fattore che tuttavia dipende strettamente dall'arrivo delle dosi in Italia da parte delle varie case farmaceutiche con cui il governo ha siglato i contratti di fornitura, che in queste settimane hanno fatto registrare ritardi e pause che hanno inciso sulla capacità di somministrare più vaccini. Ad ogni modo, in Italia le persone vaccinate sono già 10 milioni.

 

"Il traguardo delle 500 mila dosi giornaliere non è lontano: ieri sono state vaccinate 347.279 persone", scrive su Twitter il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè. "Il piano vaccinale funziona: avanti tutta", ha scritto. Come detto, sono oltre 10 milioni (10.025.605) gli italiani a cui è stata somministrata almeno una dose, circa uno su sei. Quelli che invece hanno completato la profilassi sono 4,2 milioni. In questa settimana la media di vaccini inoculata ogni 24 ore è stata di 291mila. Sale di 102 unità pure il numero dei punti vaccinali presenti sul territorio che arrivano a quota 2276. Per quanto riguarda le fasce d’età il 76 per cento degli over 80 ha avuto almeno una dose mentre il 45 per cento è stato immunizzato. Per i 70-79enni, invece, la prima somministrazione è avvenuta al 30 per cento della popolazione e solo il 3,41 per cento ha avuto anche la seconda.