Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riaperture: le date per scuole, ristoranti, piscine, palestre e spostamenti tra regioni

  • a
  • a
  • a

Riaperture, il governo ha definito un calendario per la ripresa progressiva di diversi settori dell'economia e della vita sociale del Paese. Si inizia a partire dal 26 aprile quando sarà anticipato il ripristino delle zone gialle, deciso ieri dalla cabina di regia. Saranno consentiti gli spostamenti tra regioni gialle e si introduce la novità del pass per gli spostamenti tra regioni di diverso colore.

 

Il pass attesterà la sussistenza di una delle seguenti condizioni: avvenuta vaccinazione, esecuzione di un test covid negativo in un arco temporale da definire, avvenuta guarigione dal Covid. Chi ottiene il pass ha la possibilità di: spostarsi liberamente nel territorio nazionale e di accedere a determinati eventi (culturali, sportivi) riservati ai soggetti muniti del documento. Dal 26 aprile e fino alla conclusione dell’anno scolastico, nelle zone gialle e arancioni, la didattica sarà in presenza tutte le scuole di ogni ordine e grado. Sempre dal 26 in zona gialla riaprono ristoranti a pranzo e a cena solo con tavoli all’aperto, i musei, i teatri, cinema e spettacoli aperti con misure di limitazione della capienza.

 

Per le piscine occorrerà attendere il 15 maggio e la riapertura sarà consentita solo alle strutture all’aperto. Per giugno sono previste nuove linee guida e in base a queste ultime dal 1 giugno potranno riaprire i ristoranti con tavoli al chiuso solo a pranzo e le palestre. Dal 1 luglio le fiere e congressi, stabilimenti termali e parchi tematici. Queste decisioni, specificano fonti di palazzo Chigi, attiveranno con un nuovo decreto legge e con la modifica di alcune regole della zona gialla. Fino al 26 aprile, dunque, restano ancora in vigore unicamente le zone arancioni e rosse, colore in cui rimangono attualmente solo tre regioni (Puglia, Sardegna e Valle d'Aosta), mentre per la quarta settimana consecutiva l'epidemia ha segnato una battuta d'arresto.