Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Europei, governo dà l'ok ai tifosi allo stadio a Roma. La quota permessa

Bonucci con il ct dell'Italia Mancini

  • a
  • a
  • a

C'è l'ok del Governo alla Figc per la disputa delle gare a Roma degli Europei di calcio in programma a giugno. Secondo quanto si apprende, la sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali ha infatti inviato una lettera al presidente della Federcalcio Gabriele Gravina con l’impegno del Governo di assicurare la partecipazione "di una quota di spettatori pari ad almeno il 25% della capienza" dello Stadio Olimpico in occasione della partita inaugurale e delle altre gare in programma a Roma. L’Uefa attendeva una risposta entro questa settimana.

 

 

 

Sport e Salute S.p.A. esprime "grandissima soddisfazione" per la decisione del governo Draghi, comunicata oggi dal sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali, di aprire ai tifosi le partite degli Europei a Roma. "Già nel settembre scorso Sport e Salute, proprietaria dello stadio Olimpico, aveva preparato un piano tecnologico per riaprire al pubblico l’impianto - ricorda il presidente della Società Vito Cozzoli -. Lo abbiamo aggiornato passo dopo passo seguendo i protocolli dell’Uefa e della Figc e studiando nel dettaglio ogni possibile situazione".

 

 

 

Con il progetto attuale, continua Cozzoli, "lo stadio Olimpico diventa uno dei più smart d’Europa e siamo felici che il nostro lavoro abbia contribuito a far rimanere in Italia un evento importante come gli Europei di calcio. Grazie al calore del pubblico, che è l’aspetto più importante, diventerà un forte segnale di ripartenza. Il mio grazie va però soprattutto al governo, al sottosegretario Vezzali e alla Figc per la fiducia e per averci sempre creduto."