Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Pregliasco sulle scuole: "Finiremo l'anno con tutti gli studenti in presenza"

  • a
  • a
  • a

Significativa presa di posizione di Fabrizio Pregliasco sul tema scuola. Il virologo dell'Università degli Studi di Milano ha sottolineato a SkyTg24: "L’obiettivo principale resta la riapertura delle scuole e con un po' di attenzione io credo si possa chiudere l’anno scolastico con tutti gli studenti in presenza, anche se occorre attenzione perché il virus può ancora circolare", ha spiegato, in netto contrasto con il parere del professore del Sacco di Milano, Galli, che ha valutato come errore la riapertura delle scuole in quest'ultimo periodo.

 

 

"Poi si dovranno riaprire gli altri settori più colpiti, la ristorazione e il turismo. E' necessario però - ha affermato - ripartire step by step, senza esagerare, non dobbiamo fare come l’anno scorso". E ancora: "Le restrizioni servono, per questo dobbiamo mantenere strette le maglie - ha dichiarato lo stesso Pregliasco -. Il comportamento responsabile della gente sta facendo vedere i suoi effetti, in tutte le regioni si abbassa la pressione sugli ospedali. I dati in Lombardia evidenziano l’abbassamento dell’Rt e lo vediamo anche negli ospedali, dove stiamo dimettendo dei pazienti". ha aggiunto. Nei giorni scorsi, Pregliasco si era espresso sulle vaccinazioni anti Covid.

 

 

"I dati che si stanno evidenziando, non solo dalla vita reale, ma anche da studi scientifici - aveva affermato -, dimostrano che i vaccini al 90% offrono la possibilità di evitare il contagio altrui". E così il virologo aveva pure criticato la decisione tedesca di sospendere le vaccinazioni anti Covid con il siero di AstraZeneca negli under 60, fascia d’età in cui si concentra la maggior parte dei casi di trombosi rare segnalate dopo la somministrazione del prodotto. Una misura che "crea ulteriore confusione". Secondo l’esperto, la scelta della Germania non dovrebbe essere seguita: "L’Italia segua l’Ema - il suo consiglio -. L’Agenzia europea del farmaco ha detto che il vaccino di AstraZeneca si può usare dai 18 anni all’infinito".