Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, nove regioni in zona rossa da lunedì 15 marzo

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Covid, da lunedì 15 marzo nove regioni italiane entrano in zona rossa. Si tratta di Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento. Queste si aggiungono a Campania e Molise che restano in zona rossa. Tutte le altre Regioni saranno in area arancione per gli effetti del decreto legge approvato nella tarda mattina di oggi, venerdì 12 marzo. È in corso una verifica sui dati della Basilicata". È quanto si apprende da fonti del ministero della Salute sulle nuove ordinanze che il ministro Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà e che andranno in vigore a partire da lunedì 15 marzo.

 

Tutte le altre regioni passano in zona arancione, ad eccezione della Sardegna, che resta zona bianca. Diverse regioni hanno poi emanato ordinanze territoriali che istituiscono misure restrittive aggiuntive. Come nel caso del Piemonte, in cui domani e domenica non sarà possibile recarsi nelle seconde case: lo prevede una ordinanza regionale che sarà emanata in vista del passaggio del Piemonte in zona rossa a partire da lunedì, in base a quanto deciso nel dl in fase di approvazione a Roma da parte del Governo. In Umbria, invece, negozi di medie e grandi dimensioni e centri commerciali chiusi nei weekend a partire dalle ore 14 del sabato, mentre restano aperti i negozi di vicinato.

 

Il tutto si inserisce in un quadro in cui la terza ondata del virus sta provocando una crescita dei contagi da sei settimane, come certificato dal report dell'Iss. Una crescita dominata dalle varianti e resa più capillare nell'individuazione dei casi dall'aumento dei tamponi che vengono effettuati ogni giorno, arrivati oggi a sfiorare le 370 mila unità. Il tasso di positività si è attestato oggi al 7,25 per cento. Lockdown nazionale, come a Natale, per i giorni del triduo pasquale.