Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Ue: Umbria, Trento e Bolzano in rosso scuro. Sardegna in arancione

  • a
  • a
  • a

 L’Ecdc, il Centro europeo per il controllo delle malattie, ha appena aggiornato la mappa di rischio per il coronavirus. In rosso scuro restano Umbria e province autonome di Trento e Bolzano, le uniche zone in Italia dove il rischio è considerato al livello massimo.

 

 

Per il nostro Paese la situazione è quasi invariata rispetto alla scorsa settimana: solo la Sardegna diventa arancione, quindi con rischio più basso, ed è l’unica regione italiana insieme con la Valle d’Aosta di questo colore. Il resto della penisola è rosso.

Veniamo alla situazione europea secondo i dati diffusi dalla mappa aggiornati che sono stati comunicati oggi giovedì 19 febbraio. In rosso scuro resta anche gran parte della Spagna, l’intero Portogallo, il sud della Francia, parte della Slovenia, la Repubblica Ceca, alcune zone di Slovacchia e Germania, oltre a Lettonia, Estonia, sud della Svezia.

 

 

La situazione in evoluzione è quindi quella relativa alla Sardegna. Una regione che è diventata arancione. Il bollettino di oggi in questa regione, tanto per avere una idea, parla di  100 i casi in più di Covid 19 attestati in Sardegna nell’aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, 8 i nuovi decessi. L’incremento dei test è di 2.545 rispetto a ieri, con un tasso di positività che scende al 3,9%. In ospedale ci sono 295 pazienti (-7), 25 (-4) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.182, 478 quelle in più guarite. Dei 40.538 casi positivi complessivamente accertati, 9.537 (+57) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.486 (+8) nel Sud  Sardegna, 3.444 (+10) a Oristano, 8.098 (+11) a Nuoro, 12.973 (+14) a Sassari.

La situazione dell'Umbria resta con un rischio che viene classificato di livello massimo anche secondo il nuovo aggiornamento diffuso nella giornata odierna e nulla è quindi cambiato rispetto alla scorsa settimana nell'evoluzione della pandemia.