Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Ricciardi: "Chiederò al ministro Speranza un lockdown totale per l'Italia"

  • a
  • a
  • a

Covid, Walter Ricciardi è intenzionato a chiedere al ministro Roberto Speranza "un lockdown totale immediato per tutta Italia". Il consulente del ministro della salute ha dichiarato all'Ansa di ritenere questa misura ormai non più rinviabile in quanto "urgente cambiare subito la strategia di contrasto al virus SarsCov2: è necessario un lockdown totale in tutta Italia immediato, che preveda anche la chiusura delle scuole  facendo salve le attività essenziali, ma di durata limitata".

 

Oltre a questo "va potenziato il tracciamento e rafforzata la campagna vaccinale". Una misura drastica, volta a "cambiare subito la strategia di contrasto al Coronavirus" in quanto "E' evidente che la strategia di convivenza col virus adottata finora è inefficace e ci condanna all'instabilità, con un numero pesante di morti ogni giorno", ha spiegato Ricciardi. Parole forti che imporrebbero decisioni critiche per il neonato governo presieduto da Mario Draghi, che vede nel ministro della salute in quota LeU uno degli elementi di continuità. Ricciardi è stato sempre uno dei "rigoristi" nell'ambito delle misure di contrasto al virus.

 

Di certo una scelta di questo tipo avrebbe ripercussioni importanti sull'economia nazionale, che già da un anno è alle prese con il blocco dei licenziamenti e misure di sostegno al reddito per cui sono state approvate cinque operazioni di scostamento di bilancio da parte del parlamento. Il timore di Ricciardi si fonda tuttavia sui rischi di una "terza ondata", che potrebbe aver luogo tra le fine del mese di febbraio e quello di marzo, dominata dalla variante inglese, più aggressiva di quella ormai nota e più veloce a livello di trasmissibilità, in grado di colpire anche i più giovani, in particolare la fascia degli under 13, finora essenzialmente marginale nell'ambito del numero dei contagi fin qui registrati. Si attendono ora le decisioni dell'esecutivo e le reazioni che questa richiesta sicuramente genererà tanto in ambito politico che economico.