Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maltempo, in Italia neve su molte regioni: scuole chiuse e tamponamento tra 25 veicoli sull'autostrada A32

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Maltempo, neve su gran parte dell'Italia a partire dalla notte tra venerdì e sabato 13 febbraio. Scuole chiuse in diversi Comuni (come Siena e Viterbo) e province - al di là delle disposizioni previste dalle norme anti Covid - e incidenti sulle strade. Tra questi il più grave si è verificato sulla A32 Torino-Bardonecchia, in Piemonte. Al km 52 un incidente stradale con tamponamento multiplo ha coinvolto 25 veicoli. Una persona è morta. A causare il sinistro, secondo quanto si apprende, l’asfalto ghiacciato.

 

Le precipitazioni nevose si sono verificate non solo sui rilievi ma anche a quote più basse, finanche sui 300 metri. Allerta gialla o arancione su gran parte delle regioni, anche del Sud. Gravi disagi oggi in Campania, con scuole chiuse e vaccinazioni anti Covid sospese in alcuni comuni per le condizioni climatiche proibitive. La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato l’avviso di allerta 
meteo per nevicate, gelate e vento forte fino alla mezznotte di domani, domenica 14 febbraio. Le temperature, infatti, continueranno ad abbassarsi con le minime che scenderanno al di sotto dello zero su tutto il territorio. Sono previste inoltre gelate persistenti a tutte le quote, venti forti settentrionali con raffiche e mare agitato al largo e lungo le coste esposte.

 

Scuole chiuse anche a San Giovanni Rotondo, in Puglia. Neve anche sulla Murgia barese. Ieri la Protezione civile Protezione Civile della Regione Puglia ha lanciato una allerta meteo per abbondanti nevicate e raffiche di vento nel Gargano, Sub-Appennino Dauno, Basso Ofanto, Basso Fortore e Murgia centrale. Secondo le previsioni le precipitazioni nevose potrebbero continuare per tutta la giornata di oggi e intensificarsi in serata, raggiungendo anche quote basse e aree costiere. In Abruzzo sospese per neve le ricerche dei quattro escurisonisti dispersi sul monte Velino. In molte parti d'Italia sono stati mobilitati anche i trattori spalaneve di Coldiretti.