Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, divieto di spostamento tra regioni anche in zona gialla: le regole per le seconde case

  • a
  • a
  • a

Covid, anche in zona gialla resta in vigore il divieto di spostamento tra regioni. Le uniche eccezioni sono quelle rappresentate da motivi di lavoro, salute o necessità impellente. Il passaggio in zona gialla di 16 regioni italiane, che è stato disposto ieri a seguito del monitoraggio settimanale eseguito dall'istituto superiore di sanità, non consente dunque una libertà assoluta di movimento. Questo almeno fino al 15 febbraio, data in cui scade l'attuale Dpcm pubblicato il 14 gennaio, poi sono attese nuove disposizioni a riguardo.

 

In riferimento alle seconde case, invece, dopo l'iniziale divieto previsto dalla norma, una successiva faq del governo ha chiarito cosa è possibile fare o meno. Nello specifico, è stato chiarito come "è possibile raggiungere le seconde case, anche in un'altra Regione o Provincia autonoma (e anche da o verso le zone arancione o rossa), ma solo a coloro che possano comprovare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi in quell'immobile prima dell'entrata in vigore del decreto-legge del 14 gennaio".

 

La faq aggiunge inoltre che si tratta di una possibilità limitata al rientro e questo perchè le disposizioni in vigore consentono, dal 16 gennaio 2021, di fare rientro, appunto, alla propria residenza, domicilio o abitazione, senza prevedere più alcuna limitazione rispetto alle seconde case. Si specifica inoltre come il titolo per recarsi nella seconda casa, "per ovvie esigenze antielusive, deve avere data certa (come, per esempio, la data di un atto stipulato dal notaio, ovvero la data di registrazione di una scrittura privata) anteriore al 14 gennaio 2021". Negli spostamenti tra regioni previsti dai caso sopra richiamati è prevista anche la possibilità di avere con sé un accompagnatore, preferibilmente un convivente, in modo particolare per chi non fosse autosufficiente, non avesse la patente o altri problemi di natura fisica. Concessi anche gli spostamenti tra regioni per partecipare ai funerali dei parenti.