Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Corruzione, Italia al 52esimo posto al mondo. In testa alla classifica Danimarca e Nuova Zelanda

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Corruzione , Italia al 52esimo posto al mondo su 180 Paesi presi in esame nella speciale classifica  pubblicata da Transparency International . In testa ci sono Danimarca e Nuova Zelanda. Il nostro Paese, dunque, pur misurato il punteggio (53) attribuitogli nell'edizione 2019, perde una posizione in graduatoria.

 

L'andamento di quest'anno mostra un rallentamento del trend positivo che aveva visto l'Italia guadagnare 11 punti dal 2012 al 2019. Il Belpaese si conferma al 20esimo posto tra i 27 Paesi dell'Unione europea. In fondo alla classifica, Siria, Somalia e Sud Sudan, con un punteggio, rispettivamente, di 14, 12 e 12. Con l'edizione 2020, Transparency International ha stilato una classifica di 180 Paesi e territori sulla base del livello di corruzione percepita nel settore pubblico. La valutazione è fatta sulla base di 13 strumenti di analisi e di sondaggi ad esperti provenienti dal mondo del business. Il punteggio finale è determinato in base ad una scala da 0 (alto livello di corruzione percepita) a 100 (basso livello di corruzione percepita).

 

 

Il report evidenzia come "negli ultimi anni l'Italia ha compiuto progressi nella lotta alla corruzione: ha introdotto il diritto generalizzato di accesso agli atti più trasparente la pubblica amministrazione ai cittadini, ha approvato una disciplina a tutela dei whistleblower, ha reso più trasparenti i finanziamenti alla politica e, con la legge anticorruzione del 2019, ha inasprito le pene previste per taluni reati ". Tuttavia il quadro resta ancora critico, con diversi elementi che vanno migliorati. Sia nel rapporto tra amministrazione pubblica e cittadini, che a livello giudiziario. "In questo contesto,