Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Spadafora fiducioso su riapertura di palestre e piscine: "Spero sia possibile a fine gennaio"

  • a
  • a
  • a

Il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, ha fatto il punto della situazione sulla possibile ripresa delle attività sportive in un lungo post su facebook, rivendicando gli aiuti dati dal governo: "Per la ripartenza stiamo elaborando un piano di aiuti straordinari per tutte le strutture sportive e anche per tutti i cittadini per incentivarli alla ripresa - ha scritto -. Ribadisco che mai lo sport italiano, soprattutto di base, i collaboratori sportivi, le Asd e le Ssd e tutti gli altri soggetti del mondo dello sport hanno avuto tanta attenzione come in questo momento storico. In tutta Europa lo sport è praticamente fermo. Eppure leggendo alcuni commenti sui social sembrerebbe che solo in Italia lo sport sia fermo mentre tutte le altre attività siano ripartite!".

 

 

Poi Spadafora si lancia andare a una previsione sulla riapertura delle strutture, soprattutto palestre e piscine: "Stiamo lavorando da settimane tutti i giorni con il Cts (Comitato Tecnico Scientifico) in modo proficuo per la riapertura, che sarà graduale a seconda dei colori delle regioni e, mi auguro, di avere l’ok per poter ripartire entro fine mese - ha ribadito -; - i ristori a fondo perduto, almeno quelli erogati dal Dipartimento per lo Sport, coprivano ampiamente fitti, utenze e altre spese fino a fine gennaio". Sugli aiuti dati dal Governo alle attività: "Non parliamo di spiccioli, basti pensare che solo in queste seconda fase dell’epidemia abbiamo stanziato circa 160 milioni di euro per più di 35mila Asd e Ssd - ha spiegato il ministro - i ristori delle Agenzie delle Entrate per le Partite Iva sono stati calcolati su parametri non decisi da me; nel decreto di gennaio farò presente le criticità segnalate".