Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rimini, consigliera si alza la gonna in pubblico e fa vedere il lato b: "Era un esperimento per l'Università" | Video

  • a
  • a
  • a

Il Cheeky Exploits va di moda a Rimini. A farlo è stata una consigliera comunale. Di cosa si tratta? Semplice, far vedere il lato b in pubblico. La vicenda in questione riguarda appunto una giovane esponente politica che a Rimini ha deciso di mettersi in mostra addirittura a Le Befane, un centro commerciale molto frequentato nonostante le restrizioni anti Covid. Il video, pubblicato sulla propria pagina Instagram, le ha fruttato 13mila visualizzazioni nelle prime 7 ore e un mare di polemiche, poi è stato ripreso dalla pagina fb Matti di Rimini. Lei tuttavia, in una intervista al Quotidiano nazionale, ha spiegato il gesto così: "La moda non c'entra - ha affermato - E' partita come cosa goliardica: visto l'anno difficile che ci siamo lasciati alle spalle, con il mio ragazzo che mi riprendeva da dietro ho fatto il video, oscurando ovviamente il volto quando l'ho pubblicato". Nel video appare lei oscurata appunto nel volto che alza per più di un secondo la minigonna e facendo vedere il lato b. Per lei si è trattato di esperimento sociale.

 

 

"Ho una laurea triennale in Scienze politiche all'Università di Bologna. Sto preparando l'esame di Antropologia sociale. Il docente mi aveva chiesto di fare una ricerca sugli stereotipi dei social media. A quel punto ho pensato che potevo essere io stessa l'oggetto della mia ricerca. E ho iniziare a raccogliere i commenti", ha raccontato la sua versione la consigliera. Ma i risultati non sono stati tutti "carini": "Qualcuno ha scritto 'se fosse mia figlia la riempirei di botte'". Effetti collaterali (deprecabili e comunque da condannare) dell'esperimento.