Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Arcuri sui vaccini: "Via simbolico a fine dicembre, priorità ultrasessantenni"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Vaccini in arrivo, ma come funzionerà la vaccinazione in Italia? Il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, in una intervista al "Corriere della Seraspiega quando partiranno i vaccini in Italia: "Se le agenzie del farmaco in Italia (Alfa) e in Europa (Ema) rispetteranno il calendario, simbolicamente a fine dicembre. E massicciamente ad inizio gennaio. Altro che uomo solo al comando: con il ministro della Salute e il suo staff, con i miei collaboratori, con migliaia di medici e di infermieri, l’esercito, alcune grandi aziende pubbliche italiane, la comunità scientifica e con il sostegno quotidiano del governo, noi siamo pronti".

"Non perderemo neanche un minuto - aggiunge - e non conserveremo una sola dose nei nostri magazzini. Sarebbe intollerabile". Tutto a posto con la logistica della distribuzione.

"Ci sono gli hub, la dotazione delle celle frigorifere e Il sistema di distribuzione è già pronto a partire". La prima ondata di vaccinazioni va agli ospedali per il personale e nelle case di riposo per tutti. Ma la seconda non si sa quando parte e a chi spetta.

"Non sappiamo esattamente quando, perché dipenderà da autorizzazioni e produzione dei vaccini. Potrà essere nel primo trimestre dei 2021. Quanto alle priorità nella popolazione, si inizierà dagli 11 milioni di abitanti che hanno più di sessant’anni, a partire dai più anziani in giù. Nella seconda fase di vaccinazioni dovranno rientrare anche i lavoratori che svolgono servizi essenziali che li mettono a rischio: forze dell’ordine, scuola, trasporto pubblico e anche le carceri", ha concluso Arcuri.