Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Eletta Miss Italia 2020, occhi verdi e capelli castani: ecco chi è

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

ROMA - Martina Sambucini è Miss Italia 2020. È lei l’81esima reginetta nella dinastia della bellezza Italiana. E' stata eletta nel pomeriggio del 14 dicembre 2020 e succede a Carolina Stramare, Miss Italia 2019. Martina è stata eletta a Roma nello Spazio Rossellini Polo Culturale e Multidisciplinare Regionale. Ha 19 anni, è nata a Marino e risiede a Frascati.

È alta 1,78, ha occhi verdi e capelli castani. Diplomata al liceo linguistico, vuole realizzarsi portando a termine gli studi con la specializzazione in psicologia della comunicazione e del marketing. Contemporaneamente aspira a intraprendere un percorso nel mondo della moda da cui è affascinata.

 

“Ancora non ci credo - sono state le sue prime parole - sono molto emozionata e sto vivendo un sogno. Grazie a tutti”. In sede di presentazione aveva detto: “Sono sempre stata circondata da persone che mi hanno motivata a iscrivermi, ma prima di quest'anno non ho mai avuto il coraggio di provarci. Ho deciso di mettermi in gioco affrontando i miei limiti e la mia timidezza, cosa che rifarei altre mille volte perché è un'esperienza che mi ha fatto vivere emozioni nuove e conoscere persone meravigliose in un ambiente super positivo e familiare”.
Al secondo posto Beatrice Scolletta, Miss Italia 365, che era stata eletta a gennaio e al terzo posto si è classificata Alice Leone, Miss Liguria.
Dopo la presentazione iniziale delle 23 concorrenti, la commissione presieduta dall’attore Paolo Conticini e composta dalla psicologa forense e criminologa Roberta Bruzzone, da Manila Nazzaro Miss Italia 1999, dalla fotografa Tiziana Luxardo, dall’attrice Chiara Ricci e dal professor Raoul D’Alessio, ha riportato sul palco le tre finaliste tra le quali alla fine l’ha spuntata la Sambucini.

 

Non è stata la solita finale, con mille luci e mille ospiti, ma hanno ben figurato il modello Akash Kumar
e l’influencer Giovanna Abate. Non c’è stata nemmeno la passerella, supporto tecnico indispensabile per un concorso di bellezza dove la stragrande maggioranza delle concorrenti aspira a fare la modella e le indossatrici per convenzione internazionale ci camminano su e giù. È mancata anche la votazione della giuria ma, come ha detto il presentatore Alessandro Greco (supportato dalla brava Margherita Praticò), l’eletta è stata il frutto di una “riunione collegiale”. Apprezzabile lo sforzo di Patrizia Mirigliani che in piena pandemia ha trovato la forza e il coraggio di realizzare la finale del concorso di bellezza più amato dagli italiani. “Ho voluto mandare un messaggio di speranza e ho agito come avrebbe fatto mio padre Enzo - ha detto in chiusura di serata la patron - anche lui non si sarebbe fermato”.
Euro Grilli