Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Scurati: "In Italia 50mila morti, come gli americani nella guerra del Vietnam. Aprire ristoranti e piste da sci significa offenderli" | Video

  • a
  • a
  • a

In termini di morti l'Italia sta pagando il Covid così come gli Stati Uniti pagarono la guerra in Vietnam. Non usa mezzi termini lo scrittore Antonio Scurati nel suo intervento a Otto e Mezzo, la trasmissione quotidiana su La7, condotta da Lilli Gruber. "I morti ci impongono, urlando, un obbligo morale a cui noi non possiamo sottrarci. Dall'inizio della pandemia solo in Italia sono decedute più di 50mila persone, a novembre ne sono morte 12mila. In Vietnam, al fronte, morirono in 50mila e fu una ferita che ha traumatizzato la più potente nazione del mondo per più di una generazione". Secondo Scurati qualsiasi decisione e scelta del governo dovrebbe partire da questo dato. Ancora: "Un Natale che contempli la riapertura di impianti sciistici o ristoranti, offende i morti. Il Natale quest'anno dovrebbe essere un momento per ricordare le vittime e custodire i vivi". Clicca qui per ascoltare il suo intervento.