Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, bufera tra Roberto Burioni e il San Raffaele di Milano. Arriva il Codacons: "Chiudete il profilo twitter del virologo"

  • a
  • a
  • a

Nella polemica tra Roberto Burioni e il San Raffaele di Milano, interviene il Codacons. E lo fa attaccando il virologo: "Chiudere il profilo Twitter di Roberto Burioni - ha chiesto appunto il Codacons - dopo l’ennesima inutile polemica sollevata dal virologo in tema Covid, che ha acceso lo scontro con il gruppo ospedaliero San Donato e l’università Vita-Salute San Raffaele. Ancora una volta Burioni non perde occasione per tacere e accendere tensioni in un momento delicatissimo per la sanità italiana e per il paese - si legge nella nota -. Mentre i pronto soccorso delle città italiane sono al collasso, il virologo diffonde messaggi del tutto sbagliati che vengono sconfessati dallo stesso gruppo per cui lavora Burioni".

 

 

"Riteniamo pertanto - prosegue il movimento dei consumatori - che il profilo twitter del virologo debba essere chiuso, per non alimentare scontri in un momento in cui la sanità e gli ospedali versano in grave difficoltà, anche perché i suoi interventi potrebbero non apparire al di sopra di ogni sospetto, considerate le accuse mosse da più parti circa i possibili conflitti di interesse in tema Covid del virologo e i suoi rapporti poco trasparenti con alcune società farmaceutiche". Difficile tuttavia che Burioni resterà in silenzio di fronte a queste critiche. A difesa del virologo si era schierata Selvaggia Lucarelli, non sempre tenera nei confronti di Burioni.