Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Astrazeneca sospende i test sul vaccino per una reazione sospetta

  • a
  • a
  • a

 Il gruppo farmaceutico AstraZeneca ha sospeso i test clinici sul vaccino contro il coronavirus dopo che un partecipante ha avuto una reazione collaterale nel Regno Unito. Non sono stati forniti dettagli sul possibile effetto collaterale che è stato definito dal gruppo come "malattia potenzialmente inspiegabile". In una dichiarazione, la società ha fatto sapere che "il procedimento di revisione standard ha determinato uno stop nelle vaccinazioni per consentire la revisione dei dati sulla sicurezza".

Un portavoce di AstraZeneca ha confermato la sospensione dei test sul vaccino negli Stati Uniti e in altri Paesi.

Alla fine del mese scorso, AstraZeneca ha iniziato a reclutare 30mila persone negli Stati Uniti per il suo più grande studio sul vaccino. Inoltre sta testando il vaccino, sviluppato dall'Università di Oxford, su migliaia di persone in Gran Bretagna e in studi minori in Brasile e Sud Africa. Altri due vaccini sono in fase di test su larga scala negli Stati Uniti: uno realizzato da Moderna Inc. e l'altro da Pfizer e dalla tedesca BioNTech. Questi due vaccini funzionano in modo diverso da quelli di AstraZeneca e gli studi hanno già reclutato circa i due terzi dei volontari necessari.

Le sospensioni temporanee di grandi studi in campo medico non sono insolite e indagare su qualsiasi reazione seria o inaspettata è una parte obbligatoria dei test di sicurezza. AstraZeneca ha sottolineato che è possibile che il problema sia dovuto a una coincidenza; malattie di ogni genere potrebbero sorgere negli studi di migliaia di persone. "Stiamo lavorando per accelerare la revisione del singolo evento per ridurre al minimo qualsiasi potenziale impatto sulla tempistica del processo", ha aggiunto il gruppo farmaceutico.