Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, tampone obbligatorio di rientro da Croazia, Grecia, Malta e Spagna: gruppi no vax contrari

La segnalazione Codacons che lì chiede per chi torna da tutti i Paesi

  • a
  • a
  • a

Coronavirus, è scattata l’ordinanza del ministro della Salute, Speranza, che prevede test molecolare o antigenico, da effettuarsi con 
tampone, per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna e Colombia.

Bene per il Codacons l’ordinanza, ma viene chiesto di più. «Già da giorni chiediamo di adottare misure per far fronte all’impennata di contagi da Covid che si registra tra chi rientra da viaggi all’estero - afferma il presidente Carlo Rienzi -. Per rendere davvero efficace il provvedimento è però indispensabile eseguire test e tamponi direttamente all’interno degli aeroporti al momento degli sbarchi dei passeggeri, ed estendere i controlli alla totalità dei rientri, indipendentemente dal Paese da cui si proviene. Solo così sarà possibile evitare focolai e limitare la diffusione del virus nel nostro paese, disponendo la quarantena immediata per chi risulta positivo ai test».

Intanto il Codacons segnala come i primi gruppi no-vax si siano già attivati anche contro il tampone, dimostrando di non aver capito la differenza tra un trattamento sanitario obbligatorio e un semplice test, e avviando proteste assurde sul web che mettono in pericolo la salute pubblica - conclude l’associazione.