Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il professor Zangrillo: "Adesso vaccinazione di massa contro l'influenza. Ecco perché"

  • a
  • a
  • a

"Ho sempre avuto la speranza che il virus si accomodasse alla porta prima di un vaccino che dovrà essere disponibile, efficace e sicuro". Lo ha detto il professor Alberto Zangrillo, prorettore dell'Università San Raffaele. "E' evidente che - ha aggiunto - noi dobbiamo, come medici, cercare di applicare quello che abbiamo in mano. In questo momento le terapie di profilassi che abbiamo, sono quelle, ad esempio, contro il virus influenzale. Dobbiamo quindi fare una massiccia opera di persuasione per quanto riguarda la vaccinazione veramente di massa contro l'influenza. Dopodiché nelle categorie più fragili, anziani e portatori di patologia, anche contro la polmonite da pneumococco".

"Questo - ha aggiunto Zangrillo - contribuirà a fare chiarezza e a limitare l'entità delle patologie di pertinenza ospedaliera. E limiterà il danno dal fatto che tutti vanno al Pronto Soccorso. Faccio un appello al professor Mario Monti, che sicuramente ci avrà già pensato, la prima misura che io cercherei di adottare, è quella di spendere bene il denaro in misure che siano utili a mettere in correlazione lineare, e quindi cercare di far dialogare, l'ospedale con il territorio. Questo credo che sia valido in tutti i paesi europei". Mario Monti è stato nominato dall'Oms presidente di una Commissione europea per la salute e lo sviluppo sostenibile con l'obiettivo di "ripensare le priorità relative alle politiche da attuare alla luce della pandemia".