Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Usa, bimbo di otto anni arrestato a scuola dalla polizia: ammanettato dagli agenti. Incredibile video

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Non c'è pace per la polizia americana che continua a stare al centro dell'attenzione mediatica, in maniera negativa. Stavolta spunta addirittura il video di un agente che cerca di ammanettare a scuola un bambino di appena otto anni. I fatti sono del 2018, illustrati soltanto due giorni fa. E' stato l'avvocato Ben Crump, legale che si occupa della difesa dei diritti civili, a pubblicare le immagini dell'arresto. La famiglia del piccolo ora vuole fare causa alla città di Key West, in Florida, dove è avvenuto l’episodio, portando davanti al giudice sia il distretto scolastico della contea di Monroe che gli ufficiali incaricati dell’arresto. Il piccolo, tra le altre cose, è affetto da disabilità "comportamentali ed emotive". Ma di cosa era "accusato"?

Era stato affidato ad un insegnante che non conosceva i suoi bisogni e che aveva cercato di farlo spostare in una diversa zona della scuola, il bambino aveva reagito in maniera aggressiva colpendolo. Sarebbe stata la scuola a chiamare la polizia. Le immagini arrivano dalla bodycam di uno degli agenti. Il poliziotto terrorizza il bambino, gli dice che finirà in prigione cerca di mettergli le manette ai polsi che però si sfilano perché si tratta delle piccole mani di un bimbo di otto anni. Poi, comunque, lo porta via.