Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Due bambini salvati con un doppio trapianto di rene e fegato. Catena della solidarietà a Torino

  • a
  • a
  • a

A Torino due bambini sono stati salvati con un doppio trapianto di fegato e rene. E' accaduto al Regina Margherita. Hanno 13 e 7 anni, sono serbi ed erano arrivati all'ospedale infantile nel 2019, afflitti da una malattia congenita che coinvolge entrambi gli organi e porta alla dialisi e alla cirrosi epatica. Il trapianto combinato, operazione chirurgica ancora più complessa nei bambini, non viene effettuato in serbia, ma il team della Città della Salute di Torino ha immediatamente dato la disponibilità.

Ad operare è stato uno staff composto dal professor Renato Romagnoli (Direttore Centro trapianti di fegato dell’ospedale Molinette di Torino), Simona Gerocarni Nappo (neo Direttore Urologia pediatrica Regina Margherita), Aldo Verri (responsabile Chirurgia vascolare ospedaliera Molinette) e dagli anestesisti del dottor Roberto Balagna. Il trapianto è stato seguito dal Centro Regionale Trapianti diretto dal professor Antonio Amoroso. La dottoressa Licia Peruzzi del Centro Trapianti renali (diretto dal dottor Bruno Gianoglio) del Dipartimento Regina Margherita della Città della Salute di Torino segue un progetto di collaborazione con la Nefrologia pediatrica di Belgrado. E' stata la onlus Collettivo Azione Pace a coordinare la rete di accoglienza. I due ragazzini sono stati sottoposti a dialisi al Regina Margherita e sono stati inseriti a scuola e nelle attività anche grazie alla collaborazione di casa Giglio, Casa Oz, Associazione Infanzia Nefropatica e Find the Cure. Poi la delicata operazione e il recupero. Sono rientrati in serbia appena sono state riaperte le frontiere per il lockdown dovuto alla pandemia da Coronavirus.