Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Lazio riparte, il nuovo piano di investimenti in opere pubbliche: 550 milioni per la sanità

  • a
  • a
  • a

Il Lazio riparte. E lo fa attraverso un poderoso piano di investimenti in opere pubbliche attraverso risorse regionali, nazionali ed europee, nuove o rimodulate nel post emergenza Covid.

Ecco larisposta alla crisi socio-economica che si è aperta con l’emergenza sanitaria. Un progetto di crescita dell’intero territorio, mettendo in campo somme senza precedenti per aumentare la qualità di servizi primari come quelli legati alla scuola o alla casa, per infrastrutture materiali e immateriali che uniranno territori e produrranno sviluppo, per intervenire concretamente sulla qualità della vita delle persone.

Sblocco di opere attese da decenni grazie al Decreto Semplificazioni del Governo, con il Piano “Ripartire Veloci” da 2 miliardi di euro, con gli investimenti corposi concordati con Ferrovie dello Stato e con le risorse messe a disposizione l'obiettivo è  far fare un salto nel futuro alla sanità e cambiare il volto del Lazio.

Previsti  “550 milioni per la nuova sanità”, 358 milioni per 276 cantieri di edilizia sanitaria nel piano “ripartire veloci”
 

110 milioni per la nuova tranche di edilizia e tecnologie sanitarie (ex art. 20) e via a 5 nuovi ospedali (nuovo ospedale Del Golfo a Gaeta (LT), nuovo ospedale di Latina, nuovo ospedale Tiburtina (RM), nuovo ospedale di Rieti, nuovo ospedale di Amatrice (RI).
 

82 milioni per la sanità territoriale (con l’acquisto di tecnologie sanitarie: acceleratori lineari, angiografi, TAC, risonanze magnetiche, mammografi, sanità digitale)