Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Uccide la compagna, poi le asporta gli organi dal corpo e si suicida

Blitz nel quartiere di Case Bruciate

Con un grosso coltello da cucina le ha aperto il torace dopo averla tramortita con un colpo di martello

Pietro Paolo Savini
  • a
  • a
  • a

6

Omicidio suicidio a Portici, in provincia di Napoli. Intorno alle ore 20 del 27 luglio 2020 - riferisce l'Adnkronos - in via Libertà un uomo di 65 anni ha ucciso a coltellate la compagna 59enne per poi lanciarsi dal balcone dell’appartamento al terzo piano del palazzo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Portici e del Nucleo investigativo di Torre Annunziata per i rilievi. La donna è stata trovata con numerose ferite da arma da punta e taglio, presumibilmente un coltello da cucina. Con questo coltello l'uomo ì, pochi minuti prima di togliersi la vita lanciandosi nel vuoto, le avrebbe aperto il torace e avrebbe asportato parte degli organi. Inoltre, secondo alcune ricostruzioni, prima di infierire sul corpo della donna, l'uomo l'avrebbe tramortita colpendola con un martello. Poco prima dell’accaduto, alcuni vicini avevano sentito delle urla provenire dall’appartamento nel quale i due convivevano. Entrambi erano incensurati e non risultano denunce presentate da un convivente nei confronti dell’altro.