Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio e Inter si buttano via, la Juve più abbordabile degli ultimi anni vola verso lo Scudetto

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Lazio e Inter buttano via partite praticamente già vinte e così la Juve più abbordabile degli ultimi anni vola a +4 dalla seconda e si incammina verso lo Scudetto, che sarebbe il nono di fila. E' andata in archivio la 27esima giornata di Serie A caratterizzata da risultati destinati a lasciare il segno sull'intero campionato. I bianconeri di Sarri hanno fatto il loro, vincendo a Bologna una gara spigolosa ma che nei momenti chiave ha visto CR7 e compagni effettuare l'accelerata decisiva e con due reti, una dello stesso Ronaldo su rigore e l'altra di Dybala, hanno regolato i felsinei di Mihajlovic.

 

 

Di tutt'altro tenore le partite di Inter e Lazio: i nerazzurri hanno prima rimontato la zampata iniziale di Caputo che aveva portato avanti il Sassuolo a San Siro. Sul punteggio di 2-1 in proprio favore (gol di Lukaku dal dischetto e di Biraghi nel finale di tempo) la squadra di Conte sciupa un'incredibile chance con Gagliardini a porta vuota, subisce la rete del pareggio con Berardi dagli undici metri ma torna in vantaggio a 5' dalla fine con un tocco sotto misura di Borja Valero. Sembra fatta, ma Candreva sciupa l'occasione del 4-2 e poco dopo al minuto 89 in mischia su una disattenzione clamorosa della difesa, Magnani mette dentro il 3-3, facendo scivolare l'Inter a -8 dalla Signora. A Bergamo invece la Lazio domina nella prima mezz'ora e si porta sul 2-0. Il gol che riapre la contesa di Gosens nel finale di primo tempo è l'anticipazione della rimonta dell'Atalanta, che si materializza nella ripresa con Malinovskyi e Palomino. I biancocelesti con questa sconfitta si allontanano a -4 dalla vetta. E così la Juve, supercriticata dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia contro il Napoli e che poche volte in stagione ha dato una sensazione di strapotere come negli anni scorsi, si avvia alla conquista del nono Scudetto consecutivo. Tutto può ancora succedere, ma se le concorrenti sciupano simili occasioni...