Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piano rientro scuola, protesta in 60 città italiane. Bocciata la ministra Azzolinia: "Scarica la patata bollente"

  • a
  • a
  • a

Il mondo della scuola protesta. In 60 città italiane questa mattina insegnanti, studenti, genitori, personale non docente, contestano per chiedere al governo risorse straordinarie e certezze in vista della riapertura autunnale. Sotto attacco anche le linee guida contenute nella bozza del Piano scuola 2020-21 che non sono piaciute affatto. I primi a bocciarle sono stati i presidi secondo cui il documento non contiene indicazioni operative né elenca i livelli minimi di servizio né tantomeno assegna nuove risorse. Critiche durissime.

Secondo i presidi il Piano scarica "la patata bollente del rientro a scuola sui dirigenti". Sul banco degli imputati finisce inevitabilmente la ministra Lucia Azzolina.