Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maturità per mezzo milione di studenti. Le mascherine e i brividi di Notte prima degli esami | Video

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

I primi esami di maturità della storia della Repubblica italiana indossando la mascherina. E' una giornata importante, quella di oggi 17 giugno, per mezzo milione di studenti che sostengono la prova che mette fine al loro corso di studi superiori. Tredicimila le commissioni insediate in tutta Italia. Si comincia alle 8.30 con i primi ragazzi che si presenteranno davanti ai docenti, un presidente esterno e sei membri interni. Si parte con l'elaborato sulle discipline di indirizzo, si passa poi alla discussione di un testo dell'ultimo anno di lingua e letteratura. Poi l'analisi dei materiali assegnati dalla commissione, le esperienze nell'ambito dei percorsi delle competenze trasversali e l'orientamento e la infine conoscenza della Costituzione. Il credito triennale vale sino a 60 punti, l'esame ne mette in palio 40 e il voto massimo finale possibile resta 100/100 con lode.

SICUREZZA Massima attenzione alla sicurezza per la pandemia di Coronavirus. Studenti, insegnanti e personale scolastico indosseranno la mascherinaDomenico Arcuri, commissario per l'emergenza, ha fatto consegnare nelle 3.268 scuole che saranno teatro dell'esame, 5,3 milioni di dispositivi di protezione individuale.  "Dobbiamo continuare ad incentivare comportamenti responsabili da parte di tutti i cittadini, a cominciare da quelli più giovani. E continueremo a farlo garantendo agli italiani una crescente disponibilità di mascherine sempre di più prodotte in Italia. A settembre – conclude il commissario - saremo in grado di produrne oltre 30 milioni al giorno per essere pronti quando tutte le scuole riapriranno dopo il lungo periodo di lockdown”. La mascherina potrà essere tolta durante la prova d'esame, ma dovrà essere indossata in tutto il resto del tempo trascorso all'interno dell'istituto.

AUGURI Ieri sera, 16 giugno, sono arrivati gli auguri agli studenti da parte del premier Giuseppe Conte. "Un grande in bocca al lupo a tutte le ragazze e i ragazzi che affronteranno la prova orale dell’esame di maturità. Tirate fuori il meglio che è in voi, perché dovrete essere i protagonisti di un’Italia migliore". Il presidente del Consiglio dei ministri lo ha scritto sul suo profilo Facebook, postando un messaggio video. "Per voi è una prova speciale, ci arrivate in un tempo sospeso - dice Conte - La pandemia vi ha costretto a sospendere quella che era la presenza in classe, avete studiato per conto vostro con questa didattica a distanza. Avete sostenuto già una grande prova".

LA MINISTRA Lucia Azzolina, responsabile del dicastero della pubblica istruzione, alle 9.30 sarà all'Its Giacomo Quarenghi di Bergamo, una delle città più colpite dal Covid-19 e quindi scelta non a caso. "Ci sono territori che hanno sofferto più di altri - ha detto Azzolina - e io ci tenevo a dare un messaggio di vicinanza molto concreto in un luogo simbolo dell’emergenza, per ringraziare gli studenti, i docenti, i commissari e tutto il personale. Dirò loro che sono stati un grande esempio che ci aiuterà anche in vista di settembre”.

NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI E proprio il giorno prima dell'inizio della maturità, Jacopo Mastrangelo ha suonato e idealmente dedicato ai ragazzi il famoso pezzo di Antonello Venditti, Notte prima degli esami. Jacopo è il giovane musicista che durante il lockdown ha emozionato più volte gli italiani facendo riecheggiare sui tetti di Roma le note della sua chitarra e pubblicando poi sui social video che hanno ottenuto centinaia di migliaia di like e condivisioni. Stavolta ad ascoltarlo, dal vivo, c'erano molti cittadini e turisti in una piazza Navona al tramonto che al termine gli ha tributato un caloroso e meritato applauso.