Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Forte terremoto vicino Rimini alle 13.48: magnitudo 4.2

L'epicentro nella mappa INGV

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Ingv ha registrato una forte scossa di terremoto con epicentro nei dintorni di Rimini alle ore 13.48 del 18 novembre 2018. La magnitudo provvisoria è stata inizialmente stimata tra 4.2 e 4.6, poi aggiornata dallo stesso Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia a M. 4.2. L'epicentro è stato localizzato a Sant'Arcangelo di Romagna. Il sisma è stato avvertito chiaramente in tutta l'Emilia Romagna, nelle Marche, in Toscana (provincia di Arezzo) e in parte del'Umbria (soprattutto nel Tifernate). Gente in strada a Rimini, Pesaro, Riccione, San Marino, Ancona e Ravenna. In allerta le prefetture di Rimini e Pesaro. Centralini delle forze dell'ordine e vigili del fuoco tempestati di telefonate. Non si segnalano danni a immobili o persone. Dalle segnalazioni raccolte dall'Ingv si apprende che la scossa è stata avvertita anche a Verona, Padova, Firenze, Perugia, Arezzo e Teramo. La vasta area interessata dal sisma sarebbe giustificata dal fatto che l'ipocentro della scossa è stato particolarmente profondo: 43 chilometri. "L'evento - scrive Ingv in un comunicato ufficiale emesso alle 15.40 -  è stato localizzato in un'area ad alta pericolosità sismica così come mostrato nella mappa di pericolosità sismica del territorio nazionale con accelerazione attese comprese tra 0.175 e 0.2 di g". "Dal Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (versione 2015) - aggiunge Ingv - notiamo che l'area epicentrale del terremoto di oggi è quasi coincidente con l'area di un evento sismico del 26 marzo 1911 di magnitudo stimata Mw 5.0 con risentimenti massimi fino al VI grado MCS". "Secondo i dati accelerometrici - spiega ancora l'Istituto di geofisica e vulcanologia - , l'evento presenta accelerazioni di picco che corrispondono ad un'intensità strumentale su terreno roccioso fino al IV-V grado della scala MCS ". "Fino alle ore 14:30  - conclude Ingv - non sono stati localizzati altri eventi successivi a quello delle ore 13.48". In una sua nota, la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile, informa invece di essersi messa in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di protezione civile. Dalle verifiche effettuate, l'evento - con epicentro individuato tra i comuni di Santarcangelo di Romagna, Rimini, San Mauro Pascoli (FC) - è risultato avvertito dalla popolazione e al momento non risultano danni a cose o persone, spiega la Protezione civile. «Al momento non ci segnalano danni: i vigili del fuoco segnalano che non ci sono danni né a cose né a persone. Ora partiranno le verifiche nelle scuole e negli altri edifici pubblici». Lo ha detto a SkyTg24 invece il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.