Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Trapianto del viso: problemi di rigetto per la paziente

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Il primo trapianto facciale mai realizzato in Italia non ha funzionato: la paziente non è in pericolo di vita, assicurano i medici dell'ospedale Sant'Andrea di Roma, ma le sue condizioni evidenziano sintomi di rigetto dei tessuti impiantati. La prossima mossa dell'équipe, coordinata dal chirurgo plastico e ricostruttivo Fabio Santanelli, sarà una ricostruzione temporanea con tessuti della paziente nell'attesa di una ulteriore ricostruzione con un nuovo donatore. La donna, di 49 anni, affetta da una malattia genetica rara, è stata sottoposta all'intervento sabato 23 settembre, ricevendo il volto di una ragazza di 21 anni, vittima di un incidente stradale, la cui famiglia ha acconsentito all'espianto di tutti gli organi e al prelievo dei lembi del suo viso.