Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova forte scossa di terremoto in Albania

L'epicentro della nuova scossa nella mappa di Ingv

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Una nuova forte scossa di terremoto è stata avvertita alle ore 17.03 italiane del 19 dicembre 2019 in Albania (ore 16.03 locali). La scossa è stata avvertita chiaramente in tutta l'Albania, in Macedonia, in Montenegro, nella Grecia Settentrionale e in parte dell'Italia meridionale, soprattutto in Puglia. - Ore 17.31: La sala sismografi di Roma di Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) comunica che la stima del sisma è di magnitudo 4.7.  - Ore 17.33: L'epicentro è localizzato tra le località di Rade e Maminas, tra le città di Durazzo e Kamez. - Ore 17.42: Si apprende che la scossa ha avuto un ipocentro piuttosto superficiale, appena 10 chilometri sotto la superficie terrestre. La faglia sarebbe stata la stessa che ha generato i forti terremoti dei giorni scorsi. - Ore 17.44: Si apprende che la scossa ha fatto tremare anche i palazzi di Tirana. Gente in strada anche nella capitale. - Ore 17.57: Il ministero degli Interni albanese è in attesa di un rapporto su quanto accaduto dalle autorità locali. Sono in corso gli accertamenti. - Ore 18.31: Media albanesi riferiscono che la scossa non avrebbe provocato nuove vittime, ma riferiscono di nuove scene di panico nelle città già colpite dai forti terremoti di fine novembre. Continuano comunque le verifiche nelle aree dell'epicentro. Intanto, nei giorni scorsi, nove persone sono state arrestate  in Albania con l'accusa di omicidio e abuso di potere dopo il terremoto del 26 novembre scorso (clicca qui per sapere cosa è successo) che ha ucciso 51 persone. I pubblici ministeri hanno riferito che 17 persone, tra cui costruttori, ingegneri e funzionari, sono state sospettate di aver violato il regolamento edilizio che ha portato al crollo degli edifici durante il terremoto di magnitudo 6,4 del 26 novembre. Otto dei sospetti sono ancora ricercati dalla polizia. Il capo della polizia della città portuale di Durazzo, Lorenc Shehu, ha affermato che le indagini preliminari avevano stabilito che le irregolarità erano state la causa dei crolli che hanno provocato la morte di 23 persone. Le città di Durazzo e Thumane, a nord di Tirana, sono state duramente colpite dal sisma che ha provocato ferite a circa 900 persone e cinquemila senzatetto.