Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In Italia un bimbo su 3 nasce fuori dal matrimonio

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

L'Italia fa sempre meno figli: nel 2018 sono stati 439.747 bambini, oltre 18 mila in meno rispetto all'anno precedente e quasi 140 mila in meno nel confronto con dieci anni fa. E un neonato su 3 non nasce per un rapporto matrimoniale. Non arriva infatti dalle nozze, ma da una convivenza o da... un tradimento. Il dato emerge dal report dell'Istat sulla natalità e la fecondità della popolazione nel 2018 rivelato il 25 novembre 2019: in totale, lo scorso anno si è avuto un meno 4% di nati. Il calo è attribuibile prevalentemente alla diminuzione dei figli di genitori entrambi italiani (-15.771 unità, l'85,7% del calo). Secondo i nuovi dati Istat il calo della natalità si ripercuote soprattutto sui primi figli, 204.883, quasi 79 mila in meno rispetto al 2008. Inoltre, scende ancora il numero medio di figli per donna attestandosi a 1,29; nel 2010, anno di massimo relativo della fecondità, era 1,46. L'età media arriva a 32 anni, quella alla nascita del primo figlio raggiunge i 31,2 anni nel 2018, quasi un anno in più rispetto al 2010. Il dato preoccupante è che, ad avere meno figli, sono anche le cittadine straniere residenti, che finora hanno parzialmente riempito i 'vuotì di popolazione femminile ravvisabili nella struttura per età delle donne italiane, stanno a loro volta 'invecchiandò: la quota di 35-49enni sul totale delle cittadine straniere in età feconda passa dal 42,7% del 1° gennaio 2008 al 52,7% del 1° gennaio 2019. Dal 2012 al 2018 diminuiscono anche i nati con almeno un genitore straniero (quasi 11 mila in meno) che, con 96.578 unità, costituiscono il 22% del totale dei nati e registrano una riduzione di oltre 2.600 unità solo nell'ultimo anno. Questo calo è imputabile quasi esclusivamente ai nati da genitori entrambi stranieri: scesi per la prima volta sotto i 70 mila nel 2016 (69.379), sono 65.444 nel 2018 (14,9% sul totale dei nati), quasi 2.500 in meno rispetto al 2017. Lo studio evidenzia che un bimbo su tre è nato fuori dal matrimonio: in un contesto di nascite decrescenti, quelle che avvengono fuori del matrimonio aumentano di oltre 29 mila unità rispetto al 2008, raggiungendo i 141.979 nati da genitori non coniugati nel 2018. Il loro peso relativo continua a crescere (32,3% nel 2018); la quota più elevata di nati da genitori non coniugati si osserva nel Centro (38,1%), in particolare in Toscana. Tra le curiosità, il nome Francesco perde il suo storico primato che lo ha visto come nome più scelto dal 2001. Nel 2018, passando in seconda posizione, Francesco è spodestato dal nome Leonardo. In terza posizione, stabile, è ancora Alessandro. Invariata la graduatoria dei primi tre nomi femminili: Sofia, Giulia e Aurora.