Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Abusi su bambini e donne: il monito di papa Francesco in Thailandia

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Nel corso del viaggio apostolico in Thailandia, papa Francesco ha incontrato il re Rama X. Bergoglio, all'Amphorn Royal Palace, la principale residenza del re di Thailandia, ha fatto una visita privata al re Maha Vajiralongkorn Rama X. Il pontefice è stato accolto all'ingresso del palazzo dal re che lo ha accompagnato nella sala delle udienze dove gli è stata presentata la regina. Dopo l'incontro privato con i reali di Thailandia, la foto ufficiale, e lo scambio dei doni, il Papa ha raggiunto lo stadio nazionale Supachalasai per celebrare la messa. Per approfondire leggi anche: La visita del Papa all'ospedale di Bangkok Nell'occasione, Francesco ha preso posizione sul flagello degli abusi e su sfruttamento, violenza, schiavitù. Bergoglio, parlando nel salone d'onore del Palazzo alla presenza del Governo, del Corpo Diplomatico e di esponenti della società civile e religiosa, ha lanciato un forte appello per arginare la paga degli abusi: "Penso a quelle donne e a quei bambini del nostro tempo che sono particolarmente feriti, violentati ed esposti ad ogni forma di sfruttamento, schiavitù, violenza e abuso. Esprimo la mia riconoscenza al governo thailandese per i suoi sforzi volti ad estirpare questo flagello, come pure a tutte le persone e le organizzazioni che lavorano instancabilmente per sradicare questo male". Francesco ha invitato tutti ad impegnarsi personalmente in un progetto di sviluppo integrale dei popoli nella giustizia, nella solidarietà e nell'armonia fraterna poiché, ha sottolineato, "il futuro dei nostri popoli è legato, in larga misura, al modo in cui garantiremo ai nostri figli un futuro nella dignità"