Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Povertà, rapporto Caritas: "Italia tra i primi in Europa, difficoltà anche per chi lavora"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

L'Italia è il sesto Paese maggiormente a rischio di povertà d'Europa (27,3%), dopo Bulgaria (32,8%), Romania (32,5%), Grecia (31,8%), Lettonia (28,4%) e Lituania (28,3%), davanti alla Spagna (26,1%) che è settima. Lo registra il Flash report su povertà ed esclusione sociale di Caritas. Nel corso del 2018 tendono ancora ad aumentare i cosiddetti "working poor". In particolare cresce la situazione di criticità delle famiglie il cui capofamiglia è impiegato come operaio o assimilato; tra loro risulta povero in termini assoluti il 12,3% del totale. Colpisce e allarma il confronto tra la situazione delle famiglie di operai di oggi con quella antecedente al 2008: tra loro, in soli dieci anni, l'incidenza della povertà in soli dieci anni, l'incidenza della povertà assoluta è aumentata del 624% (passando dall'1,7% del 2007 al 12,3% di oggi).