Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Professore tenta di uccidere compagno con una forchetta

default_image

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

È stato arrestato per tentato omicidio e indagato per maltrattamenti in famiglia il 46enne che, giovedì 26 gennaio in un appartamento di via Govone a Milano, ha cercato di uccidere il compagno convivente di 36 anni. In manette Massimiliano Baglioni, professore di italiano, storia e comunicazione in un istituto scolastico di Monza, già candidato in zona 8 a Milano. Secondo quanto ricostruito dalla questura, mercoledì l'uomo si presenta al pronto soccorso del Sacco in stato confusionale. L'ospedale chiama il 112, e la polizia scopre che all'alba e sotto effetto di cocaina il professore avrebbe minacciato di morte il compagno, motivo per cui viene indagato per minacce gravi. A quel punto gli agenti decidono di predisporre l'allontanamento del 46enne dall'abitazione familiare. Il docente viene dimesso, ma violando il divieto impostogli dalle forze dell'ordine, sempre lo stesso giorno (giovedì pomeriggio verso le 16) torna a casa, si sdraia sullo zerbino e aspetta che il convivente rincasi. Quando il 36enne arriva in via Govone e lo trova fuori dalla porta, decide di farlo entrare. Subito dopo i due cominciano a litigare, e secondo l'accusa l'insegnante avrebbe tentato di uccidere il compagno con una forchetta, una forbice e una bottiglia. La vittima, raggiunta dalla polizia, è stata portata dal 118 all'ospedale Sacco e se la caverà con una prognosi di 7 giorni. Il professore è stato arrestato.